Ai Venerdì dell’Universo Sandra Savaglio parla di “Asteroidi, Comete e Meteoriti: il fascino infinito di cosa genera vita e devastazione”

 

Nuovo appuntamento domani, venerdì 18 marzo, alle ore 21 alla Sala Estense (piazza Municipale), della nuova edizione dei “Venerdì dell’Universo”, storica rassegna di seminari scientifici su Astronomia, Fisica e Scienze, organizzati dal Dipartimento di Fisica e Scienze della Terra dell’Università di Ferrara e dall’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare, in collaborazione con il Gruppo Astrofili Ferraresi “Columbia“, Coop. Sociale Camelot e La Terra dell’Orso.

“Asteroidi, Comete e Meteoriti: il fascino infinito di cosa genera vita e devastazione”. E’ questo il titolo della conferenza che vedrà come relatrice Sandra Savaglio, astrofisica italiana che per la sua ricerca utilizza i più potenti telescopi ottici, infrarossi e ultravioletti, docente del Dipartimento di Fisica dell’Università della Calabria, Fellow e Senior Research Scientist presso lo European Southern Observatory (Monaco di Baviera), la Johns Hopkins University e lo Space Telescope Science Institute (Baltimora). Specializzata nell’astrofisica delle galassie distanti, dell’arricchimento chimico dell’universo e dei fenomeni esplosivi, la Savaglio vanta oltre centosessanta pubblicazioni in riviste scientifiche e ha ricevuto numerosi premi internazionali . Nel 2004 è apparsa sulla copertina della rivista americana ‘Time’ come simbolo della fuga dei cervelli europei negli Stati Uniti.

“Gli asteroidi sono pezzi di roccia vaganti nello spazio interplanetario che a volte, spinti o attratti dal campo gravitazionale dei corpi celesti circostanti, possono acquistare orbite insolite – ci anticipa Sandra Savaglio - Quelli piccoli che impattano sulla terra li chiamiamo stelle cadenti o meteoriti, sono considerati innocui e l’unico effetto che hanno sulla vita umana è allietare le notti degli amanti del cielo stellato. Quelli grandi invece, sopra il chilometro di diametro, hanno portato in un passato remoto della Terra a distruzioni globali. Per questo quelli che ancora circolano spaventano: ce ne sono tanti e la possibilità che avvengano ancora impatti devastanti non è per niente prossima allo zero. Le comete invece sono amate infinitamente di più per la loro incredibile bellezza. In realtà hanno molte cose in comune con gli asteroidi: l’evento più devastante del genere nella storia recente dell’umanità, (l’ultimo secolo), è stato probabilmente causato da una cometa. Tuttavia la vita sulla terra dipende da loro. Nel corso della conferenza illustrerò perchè sia le comete che gli asteroidi siano così affascinanti e come imparare ad amarli di più e temerli di meno”.

Anche quest’anno gli appuntamenti sono trasmessi in diretta streaming all’indirizzo http://www.fe.infn.it/venerdi/streaming e inoltre è attivo l’indirizzo mail venerdiuniverso@fe.infn.it a disposizione di chiunque voglia rivolgere domande.

Sandra Savaglio

 

Ferrara, 17 marzo 2016

Carlotta Cocchi