A Unife si parla di Canetti e Freud e di enigma della massa

 

 

Mercoledì 4 maggio alle ore 16 presso l’Aula L del Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Ferrara, (via Paradiso, 12), si terrà il seminario “L'enigma della massa: Canetti e Freud”, organizzato da Marco Bertozzi, docente di Filosofia di Unife.

Relatore dell’appuntamento sarà Filippo Domenicali, assistant de recherche presso l' Institut D'etudes Avancees-Collegium de Lyon, che aveva conseguito il dottorato di ricerca nell’Ateneo estense.

Quello della massa costituisce un enigma a cui tra la fine dell'Ottocento e i primi decenni del Novecento numerosi studiosi hanno cercato di fornire una soluzione – commenta il Prof. Bertozzi - Sono anni nei quali vere e proprie folle oceaniche fanno il loro ingresso sulla scena politica e sociale degli stati europei, generando scompiglio e alimentando l'inquietudine degli osservatori.  Filosofi, sociologi e psicologi cominciano ben presto ad occuparsi di questi nuovi fenomeni sociali emergenti, nel tentativo di elaborare teorie in grado di rendere conto dei meccanismi che ne regolano la nascita e lo sviluppo. A questo tema di ricerca hanno legato il loro nome alcuni tra i teorici più importanti dell'epoca, come Gustave Le Bon, Scipio Sighele e Gabriel Tarde,  ma anche Elias Canetti e Sigmund Freud, questi ultimi fornendo modelli di spiegazione peraltro diametralmente opposti e inconciliabili. Obiettivo del seminario sarà approfondire la giustificazione che ne viene offerta in due delle loro opere capitali: ‘Massa e potere’ (1960) e ‘Psicologia delle masse e analisi dell'io’ (1921)”.

 

Ferrara, 2 maggio 2016

Carlotta Cocchi