Presentazione dei progetti GLV_p e Life BiMop al Polo Chimico Bio Medico

PRESENTAZIONE DI DUE PROGETTI UNIFE

PER L’UTILIZZO DI RISORSE RINNOVABILI

 

Nella foto: Chiara Scapoli

 

Venerdì 25 settembre dalle ore 9  si terrà nell’Aula D7 del Polo Chimico Bio Medico dell’Università di Ferrara, via Borsari n. 46,   la presentazione di due progetti di ricerca sulla produzione e applicazioni di monomeri e polimeri industriali derivanti da fonti rinnovabili.

I due progetti, GLV_p (Green Lab Vally_prototype) e Life BiMoP (Bioinspired Monomers and Polymers), vedono coinvolti il Dipartimento di Scienze della Vita e Biotecnologie e APM, spin off di UNIFE, GLV_p, cofinanziato dalla Regione Emilia Romagna, è la prima parte di un progetto ampio che porterà alla costruzione di un HUB BIOMASSE a Ferrara, cioè di un centro per la produzione di monomeri ottenuti da fermentazione di scarti provenienti dalle filiere agro-industriali locali e da destinare alla produzione di materiali bioplastici rinnovabili.

Come afferma la Prof.ssa Chiara Scapoli, Direttrice del Dipartimento e coordinatrice delle attività “il progetto, che vede coinvolti oltre ad UNIFE, anche l’agenzia regionale ASTER e UNIBO, rappresenta una grande opportunità di valorizzazione del nostro territorio  e  delle  imprese  locali,  finalizzata  ad  un  impegno  congiunto  perché  Ferrara diventi un punto di riferimento regionale per la ricerca e lo sviluppo dei biomateriali”.

Il progetto europeo Life BiMoP ha dimostrato la fattibilità dell’uso di monomeri e polimeri derivanti da fonti rinnovabili, in sostituzione di quelli convenzionali di origine fossile per alcune applicazioni industriali. “C’è una crescente consapevolezza a tutti i livelli - commenta il Dott. Marco Scoponi di APM Srl. -  che i rifiuti e l’inquinamento debbano essere ridotti. Utilizzare bioplastiche permette di utilizzare risorse rinnovabili e materiali biodegradabili, e quindi ridurre il loro impatto sull’ambiente”.

Altre informazioni sono disponibili su http:\\www.life-bimop.eu.

 

Ferrara, 23 settembre 2015

 

Maria Grazia Campantico