Unife al lavoro per realizzare un nuovo Polo Culturale nel centro storico di Ferrara. Il primo incontro pubblico per parlarne il 12 giugno alle ore 9 a Palazzo Bonacossi

 

Al via domani, venerdì 12 giugno, la prima di una serie di iniziative organizzate dalla cattedra UNESCO dell’Università di Ferrara in collaborazione con l’ILAUD, International Laboratory of Architecture and Urban Design e con docenti e ricercatori di vari Dipartimenti dell’Ateneo, con l’obiettivo di esaminare l’importanza e la fattibilità di un nuovo polo culturale nel centro storico di Ferrara, nell’area corrispondente alla Prima Addizione di Niccolò del 1386 (tra San Francesco, Corso Giovecca, le Mura, via Scandiana).

“L’occasione di valorizzare quest’area caratterizzata da vicende di grande peso nella storia culturale ed artistica italiana, europea e mediterranea – afferma Paolo Ceccarelli, titolare della cattedra UNESCO - nasce dal restauro dei palazzi dell’Università lungo via Savonarola (Palazzo Renata di Francia, Palazzo Strozzi, Palazzo Tassoni-Miroglio, Palazzo Gulinelli) e dalla apertura al pubblico di parte dei loro piani terra e giardini”.

“Questi interventi – prosegue Ceccarelli - potrebbero avviare azioni di  riqualificazione dell’intero comparto urbano che comprende San Francesco, Casa Romei, il convento del Corpus Domini, S.Girolamo, i Gesuati, Palazzo Costabili, la Palazzina di Marfisa, la casa di Bassani, Schifanoia, il museo lapidario, le rovine di S.Andrea, S. Maria in Vado, l’Oratorio dell’Annunziata. Tutta l’area  potrebbe essere rivitalizzata integrando gli spazi verdi, pedonalizzandola in parte, mettendo a sistema musei e biblioteche. Il polo permetterebbe di recuperare una componente  della cultura del nostro Paese e un’ulteriore caratteristica urbanistica di Ferrara”.

Proprio per delineare le caratteristiche del polo culturale il 12 giugno alle 9 a Palazzo Bonacossi, (via Cisterna del Follo, 9) si terrà l’incontro “Eresia, ricerca, dialogo. L’Addizione di Niccolò sfida per la città futura”, che si propone di far riemergere eventi, persone, opere che hanno caratterizzato il centro storico di Ferrara. Mentre la mattina sarà dedicata a una serie di interventi di noti studiosi dell’argomento, il pomeriggio saranno ripresi in termini più approfonditi i problemi esaminati. Ad intervenire con il coordinamento di Ceccarelli, Angelo Andreotti, Marco Bertozzi, Carla Di Francesco, Manuela Incerti, Loredana Olivato, Matteo Provasi, Giovanni  Ricci, Giovanni Sassu, Ranieri Varese, Federica Veratelli.

Successivi momenti del progetto saranno dal 7 al 9 settembre con un secondo incontro in cui si esamineranno le azioni da compiere per realizzare il Polo Culturale e dal 9 al 12 settembre con un workshop internazionale di progettazione urbanistica. Queste iniziative permetteranno di elaborare proposte preliminari che saranno presentate in occasione di UniFestival, la tre gioni di Unife in piazza Trento e Trieste che si svolgerà dal 25 a 27 settembre.

 

Ferrara, 11 giugno 2015

Carlotta Cocchi

 

Il Chiostro di Palazzo Renata di Francia