Aspettando Unifestival. "tarcordat", una narrazione teatrale liberamente tratta da "L'Angelo delle fragole" di Stefania Mazzoli

"tarcordat", una narrazione teatrale liberamente tratta da

"L'Angelo delle fragole" di Stefania Mazzoli

 

In foto: la locandina dell'evento

Venerdì 12 giugno, al Centro Teatro Universitario di Ferrara (via Savonarola, 19), andrà in scena "tarcordat", un evento di narrazione teatrale interpretato da Giuliana Bolognesi e diretto da Daniele Seragnoli, in collaborazione con progetto GATE|Porta degli Angeli.

Spiega il Direttore del CTU, Seragnoli: “Ricavato dal libro/diario L’Angelo delle fragole di Stefania Mazzoli, sotto il titolo volutamente felliniano di tarcordat si dilata un evento di narrazione teatrale in cui rivivono, tramite frammenti di memoria, i lavori nella campagna, la vita, le abitudini e i personaggi tipici di un borgo nel secondo dopoguerra. Nel ripetuto ruotare di una matassa che di volta in volta sbroglia o aggroviglia i fili del tempo, la storia si snoda da Borgo Scoline, nell’immediata periferia ferrarese, ma potrebbe essere collocata in qualsiasi altra parte di un’Italia subalterna e semplice eppure non marginale, lasciando dietro di sé immagini e testimonianze non nostalgiche ma in grado di fornire elementi di riflessione ancora attuali, soprattutto sul valore della solidarietà, dell’amicizia e di bisogni materiali e sociali comuni e condivisi. Come sotto il tendone di un circo o in uno spettacolo di varietà si avvicendano numeri e personaggi di molteplice umanità realmente esistiti o di pura immaginazione, come l’irrompere di un imprevisto Astolfo ariostesco, in un’alternanza di comicità, ironia e poesia, mettendo in fila le tappe di un viaggio verso una meta di auspicabile speranza: il paese dove buongiorno vuol dire veramente buongiorno senza sottintesi o manipolazioni. Sopra tutti la presenza di un Angelo laico, impalpabile ma concreto. L’Angelo del borgo, sorridente, ironico e sornione,  artefice di miracoli bizzarri, che canta e balla e guida le esistenze di un piccolo mondo dove anche gli estremi possono felicemente convivere”.

“tarcordat” fa parte della programmazione del progetto GATE|Porta ideato da EvArt – Associazione per l’Arte e la Cultura, in collaborazione con Comune di Ferrara.

Ingresso libero.

L'evento rientra in Aspettando Unifestival, il cartellone di iniziative divulgative e scientifiche che anticipano la tre giorni di Unifestival nel centro storico di Ferrara dal 25 al 27 settembre.

 

Ferrara, 4 giugno 2015

Maria Grazia Campantico