A Unife si parla di politica dei beni culturali dalla storia all’attualità nell’ambito del ciclo di conferenze “Il Museo. Dentro e intorno”

 

Nuovo appuntamento domani, martedì 24 novembre, alle ore 17 a Palazzo Bonacossi, (via Cisterna del Follo, 5), con il ciclo di conferenze “Il Museo. Dentro e intorno”, organizzato dal Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Ferrara, Ferrara Arte, TekneHub, Musei Civici di Arte Antica, e con la collaborazione degli Amici dei Musei, per invitare a scoprire il museo, come un luogo attivo e vitale di conservazione e diffusione del patrimonio culturale.

Relatori dell’incontro saranno Simone Verde, autore del libro “Cultura senza Capitale. Storia e tradimento di un'idea italiana” (Marsilio Editori) e  Responsabile della ricerca scientifica e delle pubblicazioni per Agence France-Muséums/Louvre Abu Dhabi ed Andrea Emiliani, uno dei più grandi storici dell'arte italiani, che interverranno sul tema “La politica dei beni culturali in Italia. Attualità e Storia”.

“Con questa lezione e con la presentazione del libro di Giuliano Volpe, Professore di Archeologia e Presidente del Consiglio Superiore dei Beni Culturali e paesaggistici del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, che si terrà martedì 15 dicembre presso il Museo Archeologico Nazionale di Ferrara (via XX Settembre, 122) – spiega Francesca Cappelletti, docente di Storia dell’Arte moderna dell’Università di Ferrara e Vicepresidente del Consiglio - cerchiamo di fornire un contributo al dibattito sul patrimonio culturale che, mai come in questo periodo, in Italia è vivo, anzi quasi incandescente. La Riforma del Ministero intrapresa recentemente, ha investito con un ripensamento strutturale l'organizzazione della tutela sul territorio e del museo. Le riflessioni sulla storia del concetto di bene culturale in Italia, sulla sua gestione nel Novecento e fino ad oggi, nonché il confronto con realtà internazionali in cui conservazione e ricerca rappresentano un binomio imprescindibile, ci sembrano particolarmente utili perché tutti, non solo gli studenti universitari, ma più in generale  i cittadini, si sentano coinvolti in questo processo e responsabilizzati nei confronti del patrimonio della nazione e del suo futuro”.

Simone Verde è Responsabile ricerca scientifica e Pubblicazioni per Agence France-Muséums/Louvre Abu Dhabi. Ha studiato filosofia teoretica tra Roma e Parigi ed è diplomato in museologia e storia dell'arte a L'École du Louvre. Storico dell'arte, ha collaborato con istituzioni museali italiane e scrive o ha scritto per «Il Manifesto», «il Fatto Quotidiano», «L'Unità». Ha tradotto dal francese per Adelphi, Fazi, Sellerio ed è stato assistente di Antonio Tabucchi di cui ha curato “L'Oca al passo” e la sua edizione francese. Ha una rubrica su «l’Huffingtonpost» e cura il blog www.simoneverde.it.

Andrea Emiliani è uno storico dell'arte. E’ stato presidente dell'Accademia  Clementina nonchè sovrintendente per i beni Storico-Artistici per le province di Bologna, Ferrara, Forlì, Ravenna e Direttore della Pinacoteca Nazionale di Bologna.

 

Ferrara, 23 novembre 2015

Carlotta Cocchi

Francesca Cappelletti