41.000 anni fa, quando non eravamo soli. Neanderthal e Sapiens: cugini o… fratelli?

 

41.000 ANNI FA, QUANDO NON ERAVAMO SOLI

Neanderthal e Sapiens: cugini o… fratelli?

In foto: Marco Peresani e alcune ricercatrici a Grotta di Fumane

Domani venerdì 29 maggio, alle ore 18.30, in Sala consiliare del Comune di Fumane (VR), si terrà la Conferenza dal titolo «41.000 anni fa, quando non eravamo soli. Neanderthal e Sapiens: cugini o… fratelli?».

Saranno Marco Peresani, docente dell'Università di Ferrara, direttore degli scavi nella Grotta di Fumane, e il paleoantropologo Stefano Benazzi dell'Università di Bologna, a raccontare le ultime scoperte in materia, disegnando inediti scenari evolutivi per la nostra specie.

Afferma Peresani: “ Un dente da latte di piccolo Sapiens, vissuto circa 41.000 anni fa sui Lessini, conferma la presenza della nostra specie nell’Europa meridionale, in un momento in cui il continente era ancora abitato anche dai nostri cugini estinti, i Neandertal”.

Quali scoperte sono ancora possibili e con quali esiti? Quali altre risposte potremmo attenderci dalla paleogenetica? Come contribuiscono e come hanno contribuito in passato gli studi dei reperti della Grotta di Fumane alla ricerca preistorica mondiale? Questi alcuni dei quesiti a cui i due studiosi cercheranno  di offrire risposte, sul perché dell'estinzione dei Neandertal a favore dei nostri progenitori i Sapiens.

L’evento si inserisce nell’ambito dell’ottava edizione del Preistoria Festival,  il ricco programma di escursioni, conferenze, laboratori, paleo-cene e visite guidate, che si terrà fino al 7 giugno a Lessinia e Grotta di Fumane, organizzato dalla nuova gestione della Grotta di Fumane, Homo 3.0 di Mulino Simbeni s.a.s. e guide di EvolutaMente.

Nota degli organizzatori. Il Preistoria Festival è indissolubilmente legato alla ricchezza delle testimonianze archeologiche dei Monti Lessini, un archivio naturale di primario interesse  nel quadro della ricerca sull’evoluzione umana. Il Festival  nasce dalla volontà del Comune di Fumane e degli organizzatori di offrire al pubblico occasioni per sperimentare in prima persona la ricchezza di questo patrimonio, che ha il suo cuore pulsante a Grotta di Fumane, famosa nel mondo per aver ospitato l’Uomo di Neandertal e l’Uomo Moderno e per aver fatto luce e capovolto completamente quanto pensavamo di sapere a proposito dei nostri cugini Neandertaliani. Esplorare la scienza in modo coinvolgente ed appassionato è l’obiettivo di tutti coloro che con impegno hanno lavorato per realizzare il Festival di quest’anno, rinnovato nelle tematiche e nelle proposte, in linea con le nuove scoperte e gli esiti delle ricerche a Grotta di Fumane, che continuano a contribuire alla conoscenza dei nostri lontani antenati e a definire meglio l’essenza del nostro Essere Umani.

www.grottadifumane.eu

Ferrara, 28 maggio 2015

Maria Grazia Campantico