Un riconoscimento scientifico nazionale alla Sezione di Odontoiatria della Scuola di Medicina di Unife

 

Uno studio clinico della Sezione di Odontoiatria dell’Università di Ferrara è stato premiato come lavoro scientifico più meritevole per originalità e metodologia dal XXII Collegio dei Docenti Universitari di Discipline Odontostomatologiche che si è svolto sabato 11 aprile presso l’Ospedale San Raffaele di Milano.

Lo studio ha valutato l’efficacia di una nuova tecnica minimamente invasiva elaborata a Ferrara per il trattamento dei difetti parodontali, ovvero dei tessuti di sostegno del dente che sono stati perduti a causa della parodontite, patologia infettivo-infiammatoria tra le più comuni a livello globale, e utilizzata in associazione al fattore di crescita di derivazione piastrinica, un agente biologico ottenibile attraverso procedure di laboratorio e caratterizzato da un potente effetto stimolante a carico delle cellule responsabili del processo rigenerativo.

Con grande soddisfazione di tutto il gruppo di ricerca, costituito da Leonardo Trombelli, Gian Pietro Schincaglia e Roberto Farina, rispettivamente Professore Ordinario, Professore Associato e Ricercatore della Sezione di Odontoiatria di Unife, ha ritirato il premio Anna Simonelli, dottoranda di ricerca della stessa Sezione.

Questo riconoscimento chiude in bellezza questo lavoro durato ormai 3 anni - commenta Trombelli, Direttore del Centro Interdipartimentale di Ricerca per lo Studio delle Malattie Parodontali e Peri-implantari e coordinatore scientifico dello studio - E’ importante rimarcare che lo studio è frutto di una collaborazione con il Connecticut Health Center, Stati Uniti. Presso tale istituto il Prof. Schincaglia ha brillantemente condotto la fase clinica dello studio, al termine della quale si è aggregato stabilmente al nostro gruppo ferrarese di ricerca in assoluta controtendenza rispetto alla temuta fuga dei cervelli dall’Italia. Questo premio testimonia come, con l’arrivo del Prof. Schincaglia, la ricerca universitaria in campo odontoiatrico a Ferrara si sia ulteriormente rafforzata”.

 

Ferrara, 14 aprile 2015

Carlotta Cocchi