"Bimbi e bimbe in ufficio" tornano a Unife con grandi novità il 22 maggio

 

“BIMBI & BIMBE IN UFFICIO”

A UNIFE SI RIPARTE CON GRANDI NOVITA’ IL 22 MAGGIO

 

Venerdì 22 maggio, l’Università di Ferrara riaprirà le porte ai figli e alle figlie di tutta la comunità universitaria per aderire a “Bimbi & Bimbe in ufficio con mamma e papà”, l’iniziativa nazionale promossa per il 21esimo anno consecutivo dal Corriere della Sera/Corriere Economia, in collaborazione con La Stampa, e patrocinata dal Dipartimento per le Politiche della Famiglia - Presidenza Consiglio dei Ministri, per mostrare ai bambini e alle bambine il posto dove lavorano i genitori.

A riproporre e ad organizzare l’evento in Ateneo un team, coordinato da Cristiana Fioravanti, Delegata alle Pari Opportunità, composto da Silvia Borelli, Presidente del Consiglio di Parità, Cinzia Mancini, Presidente del Comitato Unico di Garanzia, Federica Danesi, Manager didattica, Claudia Palandri, Dipartimento di Giurisprudenza, Maria Grazia Campantico, Ufficio Comunicazione ed eventi, Marisa Agnoletto, Marcella Barigozzi, Paola Rossi, Ufficio Sviluppo e Benessere Organizzativo, in collaborazione con Carla Parolini, Direttrice CUS Ferrara.

Il nuovo appuntamento sarà carico di novità, a partire dal titolo, rinnovato in ottica di parità di genere, che quest’anno a Unife comprende anche le bimbe (l’iniziativa nazionale continua infatti a chiamarsi  “Bimbi in ufficio”), decisione fortemente voluta dalle stesse organizzatrici.

Così spiega Fioravanti: “ Gli studi di genere provano l’importanza di un linguaggio adeguato a sottolineare la differenza. Nondimeno, la normativa sovranazionale e le più recenti leggi regionali – fra cui la l.r. dell’Emilia-Romagna – assegnano anche alle Università un ruolo d’impulso nel contrasto degli stereotipi. La Presidente Boldrini, in occasione della Giornata internazionale della donna, ha sottolineato con forza l’importanza del linguaggio e del rispetto della sua declinazione. E’ stato dunque per noi importante procedere ad una consapevole integrazione del titolo dell’evento: un piccolo, ma significativo, cambiamento culturale in un’ottica di sensibile promozione della vera uguaglianza. Perché perpetrare l’uso del maschile neutro quando, con un piccolo sforzo, si può fare di più e meglio?”

“Siamo stati il primo Ateneo in Italia ad aderire, già tre anni fa, a questa iniziativa – prosegue Fioravanti - che si configura come una vera e propria giornata di condivisione e attenzione al sociale, importante non solo per gli adulti, ma anche per i più piccoli, che per un giorno hanno l’opportunità di vedere da vicino cosa fanno i genitori durante i momenti in cui non sono con loro”.

Una festa dunque dedicata all’infanzia e alle famiglie, con invito a partecipare non solo ai genitori ma anche ai parenti, dove gli ingredienti necessari sono semplici, ma carichi di significato. Per stare assieme, imparare e divertirsi.

Il tema di riflessione e intrattenimento scelto dall’Ateneo per questa nuova edizione saranno l’alimentazione, lo sport e il benessere, che deriva da un corretto stile di vita ed esercizio fisico, importanti sin dai primi anni di vita.

Ferrara, 29  aprile 2015

Maria Grazia Campantico