Indagine Termografica

ultima modifica 10/12/2010 10:06
 termo_00.jpg    
Una delle ultime e più innovative attività promosse e condotte dal Centro nell’ambito della diagnostica non invasiva per immagini è l’indagine termografica all’infrarosso. Nei settori dell’edilizia, dell’architettura e del monitoraggio dei beni architettonici, si è registrato un recente e progressivo interesse per questa forma di indagine poiché permette di ottenere in tempo reale immagini che, di fatto, possono essere acquisite e valutate in presenza degli utenti, fornendo istantaneamente informazioni anche decisive e discriminanti riguardo lo stato della struttura. La termografia viene intesa come rappresentazione grafica dello “stato termico” di un corpo, o come rappresentazione della “mappa” delle temperature superficiali del corpo stesso. Ciò risulta possibile in quanto tutti i corpi con temperatura superiore allo zero assoluto (-273°C), emettono ed assorbono radiazioni infrarosse fino a conseguire un proprio equilibrio termico che dipende da situazioni interne della materia, esterne dell’ambiente circostante o da entrambi i fattori. Poiché tali radiazioni non sono “visibili” ad occhio nudo, gli strumenti utilizzati per il rilevamento termografico permettono di associare, ad ogni valore di temperatura rilevato, un colore, scelto da una determinata scala cromatica corrispondente all’intervallo di temperature presente nel singolo fotogramma o impostato manualmente dall’operatore.La tecnica di rilievo termografico fornisce una vera e propria “immagine” termica di un oggetto, fermo o in movimento e posto a qualunque distanza, senza richiedere alcun contatto fisico e senza influenzare in alcun modo la temperatura di superficie nè la morfologia dell’oggetto stesso.    
Azioni sul documento