INFORMAZIONI

cilsbannerLa CILS - Certificazione di Italiano come Lingua Straniera è un titolo di studio che attesta il grado di competenza linguistico-comunicativa in italiano come L2. La CILS è riconosciuta come titolo ufficiale di competenza linguistica in base alla Legge 17 febbraio 1992, n. 204 e dal comma 3 dell'art. 10 dello Statuto dell'Università. La CILS comprende sei livelli, progettati e realizzati in collegamento con le indicazioni contenute nel Common European Framework of Reference del Consiglio d'Europa.

La CILS è stata progettata e realizzata all'interno del Centro CILS, un Centro di Ricerca e Servizi che ha una autonoma natura entro l'Università per Stranieri di Siena, ed è indipendente dai Centri che erogano servizi di formazione linguistica.Il Centro CILS ha sviluppato attività di ricerca, sia sui modelli teorico-metodologici di riferimento per la descrizione e l'articolazione in livelli della competenza linguistico-comunicativa, sia sulle scelte relative alla sua verifica, valutazione e certificazione.

Il Centro CILS è membro dell'EALTA (European Language Testing Association), una associazione, fondata con finanziamenti della Comunità Europea, che raccoglie coloro che si occupano di language testing e valutazione in Europa.

Il Centro CILS ha curato la traduzione italiana delle Linee Guida EALTA per le buone pratiche nel Language Testing e nella valutazione.

-  A COSA SERVE LA CILS

La CILS è utilizzabile per l'inserimento nel mondo del lavoro, per l'insegnamento dell'italiano, per l'iscrizione alle Università italiane, per ogni altro ambito d'uso in cui sia richiesto un determinato livello di competenza nella nostra lingua attestato formalmente.Il Ministero dell'Università e della Ricerca riconosce la CILS come certificato per l'ammissione degli studenti stranieri extra-comunitari alle Università italiane:il possesso del Livello CILS Due – B2 esonera gli studenti extra-comunitari dalla prova di lingua italianaIn riferimento al regime di autonomia universitaria, la CILS costituisce comunque un punteggio nella graduatoria derivante dagli esami di ammissione presso i singoli Atenei.Molte aziende o ditte italiane e straniere riconoscono i certificati CILS come requisiti per rapporti di lavoro.

-  I LIVELLI CILS

Il sistema di Certificazione CILS copre tutti i sei livelli di competenza linguistico-comunicativa individuati dal QCER.
I Livelli CILS individuano una competenza linguistico- comunicativa progressivamente più alta. Ogni livello CILS è autonomo e completo: la certificazione di ogni livello dichiara un grado di capacità comunicativa adeguato a specifici contesti sociali, professionali, di studio.
Il Livello A1 è il livello di avvio del processo di apprendimento dell'italiano.
Il Livello A2 attesta una competenza iniziale, in via di formazione, ma non ancora del tutto autonoma dal punto di vista comunicativo. I Livelli A1 e A2 hanno una struttura modulare, differenziata per tipo di pubblico, per garantire la spendibilità della competenza in determinati contesti d'uso della lingua. Sono stati attivati i moduli per il pubblico degli stranieri adulti residenti in Italia, per gli stranieri adulti con lingue tipologicamente diverse dall'italiano (giapponese, cinese ecc.), per bambini e adolescenti figli di emigrati italiani all'estero.
Il Livello UNO – B1 è il livello di base della competenza: verifica le capacità linguistico-comunicative necessarie per usare la lingua italiana con autonomia e in modo adeguato nelle situazioni più frequenti della vita quotidiana.
Il Livello DUE – B2 è il livello intermedio della competenza linguistico-comunicativa. Prevede una maggiore capacità di uso di elementi dell'area fondamentale della lingua e permette di gestire una maggiore varietà di situazioni, sempre tipiche della vita quotidiana. Chi possiede questo livello è in grado di comunicare efficacemente durante un soggiorno in Italia per motivi di studio e in un contatto con la lingua e la cultura italiana anche per motivi di lavoro. Il possesso di questo certificato consente ad uno straniero extra-comunitario di iscriversi nelle università italiane senza dover sostenere la prova di conoscenza della lingua italiana.
Il Livello TRE – C1 è il livello superiore della competenza linguistico-comunicativa: prevede un ampliamento dell'area degli usi linguistici e dei contesti di comunicazione. Permette di comunicare non solo in situazioni tipiche della vita quotidiana, ma anche nei rapporti formali di tipo pubblico e nei rapporti di lavoro.
Il Livello QUATTRO – C2 è il livello avanzato della competenza linguistico-comunicativa: prevede un ulteriore ampliamento degli usi linguistici e la reale capacità del candidato di dominare una vasta gamma di situazioni comunicative. Permette di interagire non solo in tutte le situazioni informali e formali di comunicazione, ma anche in quelle professionali.Questo è il quadro di corrispondenza fra i livelli CILS e il livelli del Common European Framework of Reference del Consiglio d'Europa.
Il Centro CILS partecipa al gruppo di studio istituito dal Consiglio d'Europa per la sperimentazione del Manual for Relating Language Examinations to the CEFR.

-  LE PROVE E LA VALUTAZIONE

Nei livelli CILS vengono misurate tutte le grandi abilità linguistiche e comunicative:
· l'ascolto,
· la lettura,
· la produzione scritta,
· il parlato,
· la conoscenza delle strutture della comunicazione in italiano.
La scala di valutazione prevede per i livelli dal UNO –B1 al QUATTRO-C2 un punteggio massimo di 100 punti suddivisi in cinque parti di 20 punti ciascuna (per ogni abilità il livello di sufficienza è raggiunto con 11 punti).
I livelli A1 e A2 prevedono un punteggio massimo di 60 punti suddivisi in cinque parti di 12 punti ciascuna per i moduli Adulti all'Estero, Ragazzi all'Estero e Ragazzi in Italia (per ogni abilità il livello di sufficienza è raggiunto con 7 punti), e in quattro parti per i moduli Bambini in Italia e Adulti in Italia (le abilità di ascolto e produzione orale hanno un punteggio massimo di 18 punti con un livello di sufficienza di 10 punti, mentre le abilità di lettura e di produzione scritta hanno un punteggio massimo di 12 punti con un livello di sufficienza di 7 punti).
Per conseguire il certificato è necessario raggiungere il livello di sufficienza in ogni abilità. Ai candidati che non raggiungono la sufficienza in tutte le abilità, ma solo in alcune, e che di conseguenza non conseguono il certificato l'Università rilascia un attestato di capitalizzazione. L'attestato di capitalizzazione relativo alle sufficienze già ottenute può essere fatto valere in esami successivi di certificazione: in tal caso gli esami vanno sostenuti entro un anno dal primo.
L'assegnazione dei punteggi e la valutazione sono svolte interamente presso l'Università per Stranieri di Siena, e ciò a garanzia della omogeneità delle procedure.

Azioni sul documento